La Borgogna: una regione dai mille piaceri

Sylvie Ramisse dirige da vari anni l'INTER-HOTEL Normandie di Auxerre, sua città natale. Dopo avere studiato alla scuola alberghiera, ha trascorso 10 anni a Parigi come governante presso alcuni hotel di lusso. Appassionata del proprio lavoro, ha poi deciso di ritornare ad Auxerre per rilevare questo hotel a conduzione familiare "da 2 generazioni". L'INTER-HOTEL Le Normandie deve il nome al pasticciere del famoso transatlantico "Le Normandie", che ha creato questa prestigiosa residenza con ampie sale da ricevimento.

Quando Sylvie Ramisse parla della sua regione, ne celebra innanzitutto il calore e l'accoglienza tipici della Borgogna, ma anche le numerose attività che è possibile praticare nella zona: "È la varietà che rappresenta la vera attrattiva di questa regione. Ce n'è davvero per tutti i gusti."

La Borgogna è una regione rinomata per i vini prestigiosi e la gastronomia, ma non bisogna dimenticare la ricchezza del suo patrimonio. Vi sorgono città molto interessanti da visitare, tutte dotate di un fascino particolare e di innumerevoli siti da scoprire. Nell'arco di un week-end o di un soggiorno più prolungato, la Borgogna saprà lasciarvi a bocca aperta.


Dalla senape di Digione agli Hospices de Beaune

Incominciamo la visita da Digione, capoluogo della Borgogna. Città universitaria ma anche turistica, Digione ospita numerosi musei e l'antico Palazzo dei Duchi di Borgogna. La città è anche conosciuta su scala mondiale per la famosa senape. I nostri hotel di Chenove e Daix, nelle immediate vicinanze di Digione, saranno lieti di accogliervi per consentirvi di visitare il capoluogo della regione.

Non lontano sorge la cittadina di Nuits-Saint-Georges, i cui vigneti godono di una fama consolidata. A pochi chilometri di distanza si incontra anche la famosa città di Beaune, nota come la capitale dei vini di Borgogna. Situata sulla "strada dei grandi crus", che si estende da Digione a Beaune, la città è una tappa obbligata per gli amanti dei vini pregiati.

Attraversando il dipartimento della Costa d'Oro, non perdetevi Pouilly-en-Auxois e la cappella di Notre-Dame Trouvée. Chiamata città del "Sacro Cuore" per la splendida basilica, Paray-le Monial, capoluogo della Saona e Loira, è una città in cui è piacevole percorrere le stradine medievali e visitare i numerosi luoghi e monumenti storici.


Dalla torre dell'orologio di Auxerre alla cattedrale di Saint-Etienne di Sens

Ad Auxerre, classificata "città d'arte e di storia", è possibile scoprire la splendida cattedrale di Saint-Étienne, monumento in stile gotico situato nel quartiere pedonale, ma anche la torre dell'orologio, le cui lancette indicano i movimenti solari o lunari. Nelle vicinanze della torre abitava Guillaume Rousselle, più noto come Cadet Rousselle, un ufficiale giudiziario il cui nome è diventato famoso grazie a una canzone di genere satirico diventata popolare. Vi divertirete a passeggiare per il centro cittadino, i cui edifici sono costellati di sculture in legno realizzate dall'artista François Brochet.

Altro centro della Borgogna classificato "città d'arte e di storia" è Chalon-sur-Saône, cittadina dalle vestigia storiche che vanno dall'antichità al Rinascimento. La città deve la propria fama a vari monumenti civili, come la Maison des Vins, il Colisée e la zona fieristica, ma anche alle tipiche abitazioni con intelaiatura a traliccio, alle stradine e alle torri.

A Mâcon potrete scoprire il museo dedicato ad Alphonse de Lamartine, originario della città. Non perdetevi l'Apothicairerie de l'Hôtel Dieu, splendidamente conservata, che vi farà immergere nell'universo dei farmacisti del XVII secolo, o la cattedrale di Saint Vincent, classificata monumento storico.

Situata tra Chalon-sur-Saône e Auxerre, la città di Nevers vanta un incredibile patrimonio storico che va dal Medioevo fino all'epoca contemporanea, passando per il Rinascimento. A Nevers non dovrete fare altro che seguire il "Fil Bleu", una linea blu tracciata a terra che vi guiderà nei vari quartieri della città. Potrete così ammirare le abitazioni con intelaiatura a traliccio e visitare la cattedrale o il museo Frédéric Blandin con la splendida collezione di maioliche di Nevers. Anche l'aspetto naturalistico ha molto da offrirvi, dato che potrete passeggiare a piedi o in bicicletta sui sentieri battuti oppure percorrere la Loira su un'imbarcazione tipica della regione.

Al confine tra tre regioni (Ile-de-France, Champagne-Ardenne e Centro) sorge Sens, a pochi chilometri da Parigi. La cattedrale di Sens, considerata la prima cattedrale gotica del XII secolo, saprà ammaliare gli amanti delle bellezze architettoniche. Fermatevi ad ammirare anche la "Maison d'Abraham", pittoresco monumento edificato verso il 1540, di cui una delle sculture erette su un pilastro rappresenta l'albero di Jesse (albero genealogico di Gesù Cristo).


La Borgogna, regina della gastronomia

Infine, una visita in Borgogna non sarebbe completa se non ne venisse ricordata e quindi assaggiata la cucina: fondue bourguignonne, manzo alla borgognona, lumache e pain d'épices sono soltanto alcune delle specialità da assaporare. Per quanto riguarda i vini, basterà citare Gevrey-Chambertin, Pinot noir, Chardonnay o Chablis per sedurre gli amanti del genere.

La Borgogna saprà infine affascinarvi grazie alla rigogliosa natura e a una rete fluviale di 1.200 km, ideale per le escursioni sui canali o sulle loro rive. Anche gli appassionati di bicicletta troveranno di che soddisfare la loro voglia di sport e di vita all'aria aperta. In breve, in Borgogna troverete una tale varietà di piaceri che non potrete fare a meno di ritornare per scoprirli tutti quanti.

Questo sito web utilizza i cookie, che consentono di offrirvi messaggi pubblicitari adeguati ai vostri interessi, assicurando la misurazione dell'audience e la condivisione o il reindirizzamento verso i social network. (Più)
OK

Le piacerà un sacco essere fedele !

In tutta Europa la Carta Accent premia la sua fedeltà nei 550 hotel dei nostri 4 brand.

 

Ricerca prezzi e disponibilità in corso…
Attendere qualche secondo.