Il patrimonio storico, la bellezza delle torri campanarie, l'accoglienza e il calore degli abitanti (gli Ch'tis): tutto autentico

Nel Nord, non ci sono solo i "corons", agglomerati di case operaie nei distretti minerari… Immortalata nel 2008 con un film dal successo fenomenale, la regione Nord-Passo di Calais tramanda la memoria del passato, con le sue magnifiche torri campanarie, ma guarda anche al futuro, grazie al suo dinamismo. La degustazione di una torta al formaggio Maroilles completerà un soggiorno in cui l'accoglienza sarà sicuramente la prima virtù. Insomma... "Benvenuti... al Nord".

André Dennequin dirige l'INTER-HOTEL Belle Hotel a Bailleul, un hotel a 3 stelle nei pressi di Lille. E non c'è dubbio, è proprio un personaggio! : "Sono fiammingo puro sangue e, insieme mia moglie, mi sento realizzato in questo meraviglioso mestiere di albergatore e ristoratore da quasi mezzo secolo. La regione è racchiusa tra il Nord-Passo di Calais e la frontiera belga, paese dove la patata ha fatto nascere le patatine fritte durante la tregua della Prima Guerra Mondiale. Nei miei momenti di relax, pratico uno sport che risale al Medio Evo, ovvero il tiro con l'arco con la pertica verticale, i miei bersagli sono gli uccelli. Oggi, però, niente paura, sono artificiali!", dice divertito.

"L'eredità dei corons, antiche case operaie, è molto forte qui. Il museo di Leward è un formidabile luogo di memoria che ripercorre tutta la vita nella miniera. "Nel Nord, il turismo della memoria è molto presente. In particolare, molti inglesi, australiani e canadesi vengono a visitare i cimiteri militari che testimoniano un passato doloroso, ancor oggi presente".

"Del nostro patrimonio fa parte anche la tessitura, poiché ancor oggi si esercita l'arte del pizzo a tombolo. Quello di Calais e di Caudry è molto apprezzato dai grandi stilisti. Ne fanno parte anche le nostre magnifiche dimore, dai frontoni a gradini, che sprigionano calore con i loro mattoni rossi. Le nostre torri campanarie, classificate Patrimonio Mondiale dall'UNESCO, sono tanto alte da dominare la città e fanno risuonare le loro campane". Nel Nord, ogni città possiede il suo "gigante", che rappresenta un personaggio immaginario, storico, oppure un animale. Sono i testimoni delle feste, dei carnevali e di una gastronomia generosa: la carbonade, il Potje Vleesch, le cozze con le patatine, la torta al Maroilles. I giganti si mostrano vestiti a festa in occasione dei vari carnevali della regione.

A Saint-Omer, nel Passo di Calais, scoprirete gli acquitrini dell'Audomarois e degusterete l'acquavite di ginepro di Houlle. Vicino a Fontaine-Notre-Dame e più precisamente a Cambrai, potrete apprezzare la dolcezza delle bêtises, ma anche la bellezza degli edifici. Infine, la "Strada del Luppolo", che parte da Poperinge alla frontiera franco-belga, vi farà scoprire la fabbricazione e la degustazione della birra attraverso piccole birrerie.

A Lille, capoluogo del Nord, dove nacque e trascorse la sua infanzia il Generale De Gaulle, vi lascerete conquistare dal fascino assoluto della città vecchia. La città si compone di 10 quartieri. Classificata Città d'Arte e di Storia, Lille accoglie un Palazzo delle Belle Arti, ritenuto secondo solo al Louvre in Francia, nonché un museo di storia naturale e l'Hospice Comtesse, dedicato alla vita nelle Fiandre dal Medio Evo alla Rivoluzione francese. La casa natale di Charles de Gaulle è stata inoltre trasformata in museo. Infine, per i numerosi appassionati, la Fiera di Lille è una bella occasione di visitare la regione, e fare ottimi affari.

Approfittate di un soggiorno in uno dei nostri hotel dell'agglomerato urbano di Lille, Ronchin, Villeneuve-d’Ascq, per scoprirne tutte le sfaccettature. Vicino a Noyelles-Godault, non dimenticate di visitare il museo Louvre-Lens. Inaugurato nel 2012, vi potrete ammirare dipinti di Delacroix, Botticelli, Raffaello, Rubens o ancora Poussin. Dirigiamoci ora a Maubeuge, vicino a Louvroil. Le fortificazioni di Vauban costituiscono una delle testimonianze più salienti della storia della città. Arras, vicino a Fresnes-les-Montauban, dispone invece di una cittadella costruita su un progetto di Vauban. Costituisce un magnifico esempio di architettura militare del XVII secolo. Poi, proseguiamo il nostro soggiorno a Douai. Il museo vi permetterà di ammirare le pitture fiamminghe e olandesi risalenti al XV e XVII secolo. Potrete inoltre soggiornarvi in occasione delle famose feste di Gayant, il cui corteo folcloristico è rinomato.

Appuntamento infine a Calais, vicino a Coquelles per lasciarvi tentare dalla salita dei duecentosettantuno gradini del faro, un'occasione unica per scoprire la splendida vista sul mare e su tutta la città. Terminate il soggiorno a Béthune, non lontano da Bruay-la-Buissière. Gli appassionati di cucina genuina e di formaggi si lasceranno forse tentare dal Fort de Béthune, formaggio realizzato a partire dai resti di altri formaggi mescolati con alcol. "La regione Nord-Passo di Calais presenta anche coste e belle falesie, prosegue André Dennequin. Proprio dove Louis Blériot realizzò, il 25 luglio 1909, un volo in aeroplano attraverso la Manica. La simpatica festa degli aquiloni, che ha luogo ogni anno nel mese di aprile, si svolge sulla spiaggia di Berck-sur-Mer".

Lasciamo concludere André Dennequin: "Viens chez mi biloute, m'porte est toudi ouverte" - "Vieni da me, amico mio, la mia porta è sempre aperta"… - Poiché il Nord sarà sempre sinonimo di una qualità d'accoglienza senza pari.

Questo sito web utilizza i cookie, che consentono di offrirvi messaggi pubblicitari adeguati ai vostri interessi, assicurando la misurazione dell'audience e la condivisione o il reindirizzamento verso i social network. (Più)
OK

Le piacerà un sacco essere fedele !

In tutta Europa la Carta Accent premia la sua fedeltà nei 550 hotel dei nostri 4 brand.

 

Ricerca prezzi e disponibilità in corso…
Attendere qualche secondo.